Please consider registering
guest

sp_LogInOut Log In sp_Registration Register

Register | Lost password?
Advanced Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

sp_Feed Topic RSS sp_TopicIcon
Suonare dal vivo
15-01-2014
5:20 pm
maxxi
Member
Forum Posts: 58
Member Since:
19-08-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Dopo un periodo di assenza mi rifaccio vivo Banana

Ho attraversato (o forse sto ancora attraversando) un periodo di crisi chitarristica. Ho capito che suonare solo per me stesso, senza lo stimolo del live non mi stimola più.

Allo stesso tempo sono consapevole di non avere la preparazione sufficiente per fare un live di fingerpicking (oltre a non avere un repertorio). E così vai di ricerca di altre strade che non mi portano mai a niente.

L'unica cosa di cui sono certo è che la passione per la musica ce l'ho ancora. Ogni volta che sento un brano o sento altri suonare mi assale la voglia di suonare.

E allora mi domando: quanti di voi (non quelli che lo fanno per mestiere ovviamente) suonano live fingerpicking? Quali sono i riscontri, visto che non è una tecnica così facile da far ascoltare, specie se non si suonano brani straconosciuti?

Insomma … voi come alimentate la vostra passione?

15-01-2014
6:18 pm
yanez
Member
Forum Posts: 132
Member Since:
12-03-2012
sp_UserOfflineSmall Offline

Ciao ..per quel poco che pò valere...dato che sono un principiante.... io do sfogo alla voglia di esibirmi...registrandomi...yutubbandomi...e mandando il link dei miei video agli amici....ogni tanto..li posto anche qui sul forum..per avere dei pareri....

ciao

 

16-01-2014
11:05 am
fulvio
Riserva Navajo
Membro
Forum Posts: 1807
Member Since:
29-10-2002
sp_UserOfflineSmall Offline

La mia esperienza mi porta a credere che alla gente di uno che suona la chitarra (fingerpicking o qualunque altra cosa) non gliene frega niente. Ti ascoltano un pezzo, a volte anche due, poi si rompono. Le persone DEVONO CANTARE, quindi viva il karaoke e il midi-piano-bar (voce che bercia e musica finta, per capirci). L'eccezione avviene in piccoli pub (mica tutti, ho visto chitarristi smettere di suonare e prendersela con il pubblico e poi andare via perchè non la spunti) con pubblico giovane (di mente) dove la musica dal vivo viene effettivamente apprezzata, oppure nelle manifestazioni in cui effettivamente la serata di chitarra è recepita in assoluto silenzio e concentrazione.

 

Non potendo avere a disposizione teatri o manifestazioni in quantità sufficiente alle mie necessità Big eyes, mi arrangio invitando amici per suonare tipo durante una cena in un agriturismo, ambiente familiare, poco pubblico poco rumore e non importa se il pubblico segue o meno, tanto ci si diverte tra di noi.

 

Da evitare come la peste le suonate nelle piazze tipo sagre. Lì la gente vuole casino, si deve muovere, sballare di watt (e altro). Come da evitare sono partecipazioni in concerti di generi misti, anzi secondo me questi sarebbero da abolire, il metallaro con il jazzista con il cantautore con il rokkettaro spento. Non accontentano nessuno e se ne esce tutti delusi.
Ogni stile ha il suo habitat e il suo pubblico.
Ma il fingerpicking che pubblico ha?

 

Fulvio

PS: un mio amico ha avuto in gestione un piccolo teatro, gli ho proposto una serata di chitarra acustica e mi ha risposto di no perchè annoia. Oltre che incazzare a me 'sta cosa fa anche riflettere.

Non sei mai solo se ti piace la Telecaster

16-01-2014
9:44 pm
maxxi
Member
Forum Posts: 58
Member Since:
19-08-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Sul discorso noia direi che molto dipende anche dal repertorio. Se uno fosse in grado di suonare Classical Gas come T.Emmanuel credo che un minimo di attenzione la otterrebbe. Poi se si eseguono tutte ballate lente un po' di noia credo sia inevitabile.

per ovviare a questo problema, per esempio, Adamo Rafferty suggerisce di suonare pezzi cover super conosciuti.

 

17-01-2014
9:28 am
hobo68
Member
Forum Posts: 94
Member Since:
01-06-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Suonare dal vivo la chitarra da soli, non è mai facile, o appunto si è Tommy.  Sicuramente se il nostro suonare è accompagnato dal canto la cosa aiuta e di parecchio.
Il fingerpicking o il flatpicking sono rivolti ad un pubblico di nicchia, e sopratutto in Italia è scarso.  La via sono forse gli house concert che piano piano si iniziano a vedere anche da noi. Piccoli concerti con pubblico ristretto (15/25) persone che vengono proprio per ascoltare la chitarra. Ma anche in questo caso bisogna saper "tenere il palco" e relazionarsi con il pubblico che sta a qualche metro.

 

17-01-2014
1:08 pm
fulvio
Riserva Navajo
Membro
Forum Posts: 1807
Member Since:
29-10-2002
sp_UserOfflineSmall Offline

maxxi said
Sul discorso noia direi che molto dipende anche dal repertorio. Se uno fosse in grado di suonare Classical Gas come T.Emmanuel credo che un minimo di attenzione la otterrebbe. 

 

Si sta scambiando il concetto di musica con quello di circo (sia chiaro: non mi riferisco a TE, ma alla iper-tecnica).
Io ascolto la musica, non guardo le mani.
Se è vero quello che dici, ED GERHARD ha le stesse mie probabilità di sopravvivere ad un concerto.

L'unica cosa che aiuta è la varietà e se non è nel nostro repertorio, basta suonare insieme a qualcun altro. L'alternanza di due-tre chitarristi è in grado di creare la giusta varietà. O, meglio ancora, suonare insieme ad altri musicisti. Ma senza svendersi, non è necessario suonare cose solo perchè "dovrebbero" piacere al pubblico.

 

Fulvio

Non sei mai solo se ti piace la Telecaster

18-01-2014
4:21 pm
maxxi
Member
Forum Posts: 58
Member Since:
19-08-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Bella questa degli house concert. Ho un casale di campagna ... a primavera inoltrata potrei organizzare qualche serata, magari in compagnia di qualche utente e non di FP.net (ho anche qualche posto per dormire).

 

18-01-2014
7:09 pm
Grainman61
Member
Forum Posts: 7
Member Since:
22-10-2012
sp_UserOfflineSmall Offline

Questa discussione sta cominciando a diventare interessante. Si parla di un tema cruciale per noi chitarristi fingerpicking.

Penso che i punti critici siano il repertorio e lo stage.

Per me il pubblico non deve superare le venti persone e il suono deve essere rigorosamente acustico.

in questo modo bisogna fare attenzione solo alla scaletta e non c'è bisogno di essere "spettacolari".

se aumenta l'audience e lo spazio, la presenza scenica diventa importante.

 

cmq la proposta del casolare è interessante. Nord, centro o sud?

Giovanni

 

18-01-2014
10:08 pm
maxxi
Member
Forum Posts: 58
Member Since:
19-08-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Centro. Provincia di Viterbo.

18-01-2014
10:18 pm
maxxi
Member
Forum Posts: 58
Member Since:
19-08-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Per suono acustico intendi solo chitarra? In un ambiente all'aperto anche se il pubblico conta solo una ventina di teste credo che un minimo di amplificazione sia necessaria.

18-01-2014
11:46 pm
Grainman61
Member
Forum Posts: 7
Member Since:
22-10-2012
sp_UserOfflineSmall Offline

Si certo. L'approccio non deve essere talebano. Ogni luogo ha le sue caratteristiche. Dentro un piccolo chiostro non c'è bisogno di nulla. In una piccola piazza, anche se ben riparata, un minimo di amplificazione è necessaria.

Tuttavia il top è acustico puro.

 

Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 303

Currently Online:
40 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Top Posters:

gioghitàr: 6990

Dario57: 5630

pacotom: 5437

wayx: 5272

rylan131: 4521

nonny guitar: 3967

futre: 3743

Giovanni: 3477

carlottah: 3322

ric velluto: 2991

Member Stats:

Guest Posters: 4

Members: 12988

Moderators: 2

Admins: 2

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 20

Topics: 9683

Posts: 126825

Newest Members:

stephenthomson1337, bantycally, fg350

Moderators: margio: 584, moderatore:

Administrators: brandoni: 912, admin: 159