Avatar

Please consider registering
guest

sp_LogInOut Log In sp_Registration Register

Register | Lost password?
Advanced Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

sp_Feed Topic RSS sp_TopicIcon
Dislessia
08-02-2014
5:42 pm
Avatar
line_beppe
Member
Forum Posts: 15
Member Since:
03-01-2012
sp_UserOfflineSmall Offline

Buongiorno a tutti. Ho fatto una ricerca nel forum ma non ho trovato nulla..

Domanda: vi è mai capitato di insegnare chitarra ad un bambino dislessico? 

io devo cominciare settimana prossima, secondo voi devo avere un metodo diverso dal solito? 

Dovrebbe essere un problema legato alla lettura, quindi penso possa bastare aver pazienza e magari aiutarlo nella lettura delle note, sopratutto nelle prime lezioni.. Qualcuno sa darmi qualche consiglio??

09-02-2014
1:17 am
Avatar
luapnea
Italia
Member
Forum Posts: 434
Member Since:
14-06-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

Dislessico? esistono svariate tipologie e manifestazioni dei dislessia.

 E poi, quanti anni ha?

Attualmente il problema nelle scuole pubbliche vive un momento di grande popolarità: numerose sono le certificazioni con piani di programmazione particolareggiati e individualizzati e soprattutto con agevolazioni che riguardano i compiti scritti e le lingue.

Io mi occupo di elaborare "metodi" di risoluzione psicomotori e didattici nella scuola media e superiore non solo specificamente per questa tipologia di problematiche. 

Come dici tu, dovrebbe essere un problema che riguarda la "ricezione" corretta di un segnale visomotorio. Spesso le curve, e  i tratti del segno grafico non vengono percepiti correttamente per quello che sono. Ne deriva una confusione soprattutto per le lettere d-b-p-q. Spesso il tratto grafico viene percepito come tremolante e confuso, nei casi più gravi "capovolto" e ne consegue una enorme difficoltà di lettura che si trascina dietro l'insuccesso scolastico.

Per quello che posso dire, la dislessia si accompagna molto spesso a una incoordinazione generale molto evidente, anche se il tratto grafico è tutto sommato abbastanza ordinato.

Delle varie leggende dei personaggi famosi come Einstein-Michelangelo etc etc...che sarebbero stati dislessici ci credo molto poco. Semmai erano solamente disgrafici, ossia con una grafia tutta loro e per certi versi" artistica", comunissima a milioni di persone. Poi la loro intelligenza a fatto il resto.

Dislessia - disgrafia e discalculia sono le tre problematiche che attualmente sono state evidenziate e seguono dei protocolli nella scuola.

La dislessia e la discalculia sono le manifestazioni che danno i problemi maggiori, ma sempre dipende dal grado di rilevanza e di gravità proprie del soggetto.

Per quanto riguarda il tuo allievo se appunto dislessico accertato, potrebbe avere difficoltà nel riconoscimento di una nota, che appunto assomiglia molto alla  q e alla d. Quindi accertati che le interpreti correttamente, ma nella musica le note sono sempre   silmili solo alla  "d" e alla "q" e quindi non c'è tutto il laborioso discernimento proprio della lettura, con una molteplicità di segni-curve e tratti con suoni talvolta diversi a prescindere dalla lettera: come nella C, che suona diversamente se ciliegia o cappello...

Ma il problema che ti troverai ad affrontare(sempre dipendente dal caso) non sarà quello della lettura delle note, ma sarà un problema di coordinazione oculomanuale, fino-motoria, propria dello strumento chitarra, che per i bambini è uno strumento molto difficile, spesso troppo difficile, per via della posizione, per via del dolore ai polpastrelli e per la difficoltà di coordinazione tra mano destra e sinistra.

In conclusione posso dirti che il problema della lettura  delle note se esite lo  potresti risolvere colorando le varie tipologie di note, almeno per il periodo iniziale. Poi verifica se interpreta bene soprattutto la posizione dei " pallini " nel rigo e nello spazio.

Per la coordinazione oculo manuale finomotoria, e ripeto potrebbe essere  quello il vero problema;  lavora molto settorialmente sull'accoppiamento della motricità esecutiva corrispondente. Inizia:

A) con la lettura delle note suonate a vuoto solo dalla mano destra e così capisci se interpreta correttamente.

B) poi passa alle note suonate con digitopressione della sx sulla tastiera, utilizzando le dita della sx poco alla volta. 

C) il ritmo base del solfeggio sarà un'altro ostacolo, quindi accertati che ne  possieda i prerequisiti.

Ricorda anche,  che si scocciano molto in fretta...più in fretta dei ragazzini senza problemiWink poi se è il genitore che li spinge verso lo strumento, perchè consigliato(anche correttamente) da un psicoterapeuta, allora si scocciano molto più in frettaWinkse non hanno una motivazione intrinseca propria per lo strumento e la musica in genere. 

 

 

09-02-2014
8:39 am
Avatar
margio
Moderatore
Forum Posts: 584
Member Since:
08-07-2004
sp_UserOfflineSmall Offline

Pur non avendo alcuna esperienza di insegnamento con i bambini - nel senso che non li prendo proprio, li lascio a chi ha la preparazione adatta per seguirli - ho un adulto dislessico che seguo da un paio d'anni. Sinceramente non ho notato quasi differenza. Sulla lettura musicale non ha avuto nessun problema. Anzi, è molto meglio di tanti altri. Sullo strumento... anche. Di solito, una volta che ha imparato a memoria il brano, lo esegue senza problemi. Ma anch'io, che dislessico non sono, devo avere il brano a memoria per eseguirlo bene.

L'unica accortezza che ho usato è stata quella di non lasciargli testi da leggere da solo, ma di spiegare magari anche più volte gli argomenti, in modo che li assimilasse per 'trasmissione orale'. Ma anche qui non mi sono discostato molto da quello che è il mio solito modo di procedere.

Però, ripeto, si tratta di un adulto ed estremamente motivato per giunta....

Mario

 

09-02-2014
2:12 pm
Avatar
line_beppe
Member
Forum Posts: 15
Member Since:
03-01-2012
sp_UserOfflineSmall Offline

Grazie 1000 per le risposte e i preziosissimi consigli! 

La ragazzina ha 11 anni, ed il grado di dislessia non lo conosco. Posso chiedere ai genitori.

Il metodo che io utilizzo è quello di Mauro Storti, nello specifico con i libri: 20 lezioni di tecnica elementare, ed il primo libro di chitarra, che partono appunto da note singole a vuoto, aggiungono poi una nota alla volta in maniera molto graduale. Il consiglio di colorare le note mi sembra veramente un ottimo suggerimento. Anche fargli sentire l'esercizio un paio di volte mi sembra buono (anche se già lo faccio quasi sempre).

Vi terrò informati su come andranno le lezioni e l'apprendimento, e approfittando della vostra gentilezza, se avrò delle difficoltà specifiche vi disturberò di nuovo.. Worship

Grazie

 

Beppe

 

09-02-2014
4:06 pm
Avatar
luapnea
Italia
Member
Forum Posts: 434
Member Since:
14-06-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

vedrai che una soluzione la troverai, dislessia o non dislessia. In questo campo ogni caso è a se stante. Nei bambini, se uno a scuola non rende, se legge male, oppure se ha difficoltà nel calcolo aritmetico e se scrive male, è subito "dislessico".

La motivazione che scaturisce dalla persona verso un'attività è l'unica forza che possa superare problemi di vario tipo, anche nella dislessia che può essere un problema di apprendimento anche nei soggetti con QI normalissimo.

Quindi trova la maniera di rendere piacevoli le lezioni e che la ragazzina abbia feed-back positivi  nel giro di qualche paio di  lezioni al massimo. Ogni lezione deve imparare a saper fare qualcosinaSmile. A quell'età hanno bisogno di condividere con qualcuno le novità...

09-02-2014
4:12 pm
Avatar
luapnea
Italia
Member
Forum Posts: 434
Member Since:
14-06-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

line_beppe said
Grazie 1000 per le risposte e i preziosissimi consigli! 

......La ragazzina ha 11 anni, ed il grado di dislessia non lo conosco. Posso chiedere ai genitori.
Grazie

 

se posso darti un consiglio , evita di chiedere "livelli" e diagnosi ai genitori.

Al limite chiedi loro se in base alla loro esperienza hanno delle indicazioni....

e rassicurali.... sulla tua grande pazienza di insegnanteWink

 

 

 

12-02-2014
6:52 pm
Avatar
maxxi
Member
Forum Posts: 58
Member Since:
19-08-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Se posso aggiungere una cosina da padre di bimbo dislessico.

Mio figlio suona il flauto traverso e posso asscurarti che nella lettura e scrittura della musica non mi sembra abbia grosse difficoltà. Anche nel suonare lo strumento non riscontro difficoltà particolari.

Tutt'altra storia rispetto allo studio delle materie scolastiche, nonostante l'impegno ed il tempo dedicato allo studio (veramente tanto per un bimbo di appena 11 anni)

Anzi, ho letto che la musica per dislessici funge quasi da vera e propria terapia.

Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 303

Currently Online:
44 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Top Posters:

gioghitàr: 6990

Dario57: 5630

pacotom: 5437

wayx: 5273

rylan131: 4521

nonny guitar: 3967

futre: 3743

Giovanni: 3477

carlottah: 3322

ric velluto: 2991

Member Stats:

Guest Posters: 4

Members: 13071

Moderators: 2

Admins: 2

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 20

Topics: 9709

Posts: 126878

Newest Members:

paulmartinez, kellyknight, sarataylor5

Moderators: margio: 584, moderatore:

Administrators: brandoni: 912, admin: 159