Please consider registering
guest

sp_LogInOut Log In sp_Registration Register

Register | Lost password?
Advanced Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

No permission to create posts
sp_Feed Topic RSS sp_TopicIcon
Neil Young - massey hall 1971
28-01-2011
1:09 pm
Avatar
ric velluto
Membro
Forum Posts: 2991
Member Since:
17-09-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

...no, mi pare palesemente un quattro quarti... allora eri tu che sbagliavi non io! mi hai pestato i piedi

Attenzione: L'autore del presente messaggio non si ritiene responsabile di quanto dice, in genere nemmeno lo capisce e a volte non condivide la propria opinione

28-01-2011
11:09 pm
Roberto De Luca
Membro
Forum Posts: 1610
Member Since:
21-10-2002
sp_UserOfflineSmall Offline

Caro Ric, 

da giorni sto ruminando una risposta al "sacro furore" che anima questo thread. Ma forse ne aprirò uno a parte, e non sarà neanche tanto un cazzeggio. Diciamo un qualcosa di narrativo e visionario. Attendo che scocchi la scintilla. 

http://www.myspace.com/robertodeluca

"Let the music keep our spirits high!"

31-01-2011
11:38 am
Avatar
ric velluto
Membro
Forum Posts: 2991
Member Since:
17-09-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

Rob, qui tutti sanno sia come scrivi sia quanto su sia tra i maggiori esperti di neil young del pianeta... se fai questo annuncio apri delle aspettative enormi.

almeno io non vedo l'ora di leggerti.

fai una cosa, riserva gli spunti migliori per il tuo thread e lascia qui gli "appunti minori"...

 

intanto qualcosa dal recente La Noise...

 

Era il momento anche per lui di incontrare il grande produttore Daniel Lanoise... che ha già fatto scintille con Dylan, Willie Nelson ed altri grandi...

ne è uscito un disco solo chitarre e voce, ma (cosa che non ti aspetti)... non si tratta di un disco acustico. chitarre elettriche, distorte e lancinanti che si incrociano. è come i momenti più punkrock di neil ma senza il resto della band...

all'inizio sembra che ci siano tante introduzioni di quei brani in cui alla seconda strofa esplode la band... e invece non arriva mai,magari lasciando un'idea di incompiuto.

Quando capisci e ti cali nel disco per quello che è ti ci immergi ed è (come sempre) un'esperienza importante.

Non so dire se sia tra i suoi capolavori o qualcosa che rimarrà nel computo dei dischi minori... questo lo dirà il tempo. intanto merita diversi ascolti e ti arriva dentro... se tra cinque anni sentirò che merita ancora molti ascolti allora dirò che lo considero tra i capolavori...

i suoni "alla lanoise" si sentono, ma chiaramente mancano alcuni suoi "marchi di fabbrica" (tipo le percussioni rarefatte in distanza e quelle cose lì)

 

Questo è tra i pochi momenti in cui prevale l'acustica...

 

Attenzione: L'autore del presente messaggio non si ritiene responsabile di quanto dice, in genere nemmeno lo capisce e a volte non condivide la propria opinione

31-01-2011
11:48 am
Avatar
ric velluto
Membro
Forum Posts: 2991
Member Since:
17-09-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

Giusto per mettere un esempio più rappresentativo del clima del disco... chitarre elettriche con tutti i riverberi e gli effetti con cui gioca il produttore e la voce di neil (a volte anch'essa piuttosto processata) che si affaccia sopra...

 

 

l

Attenzione: L'autore del presente messaggio non si ritiene responsabile di quanto dice, in genere nemmeno lo capisce e a volte non condivide la propria opinione

01-02-2011
10:44 am
Avatar
ric velluto
Membro
Forum Posts: 2991
Member Since:
17-09-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

 “Neil Young” dirò con un fare che sottintende un “evidentemente”.

Poi mi guarderò un po' intorno, come a verificare che non siano in troppi a sentire... mi avvicinerò e sussurrerò "lui... e Roberto De Luca"...

Mi sembra che funzioni meglio.

Lì a fianco un Canadese starà passando con il cappello in testa e la custodia della martin appresso. si girerà con un gesto discreto, muovendo gli occhi e rimanendo a testa bassa. scuoterà appena il capo, e come parlasse tra sé e Sé dirà "good old Rob... my friend"...

Attenzione: L'autore del presente messaggio non si ritiene responsabile di quanto dice, in genere nemmeno lo capisce e a volte non condivide la propria opinione

01-02-2011
11:02 pm
Avatar
FingerCris
Friuli
Member
Forum Posts: 159
Member Since:
07-12-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

Detto fatto, ho acquistato il CD e lo sto ascoltando. Questo disco ha ribaltato nei primi 15 minuti due mie convinzioni:

- i dischi in studio sono migliori

- la musica strumentale è un linguaggio universale, più di quella cantata.

 

Neil Young da 40 anni nel passato sta scardinando tutto ciò. Non voglio dire che sia il migliore, questo lo lascio al giudizio privato di ognuno, ma sicuramente è diretto e parla semplice dritto al cuore.

 

Ciao, Cristiano

Life requires square shoulders, but I'd rather prefer the round ones of a J45

08-02-2011
10:55 am
Avatar
ric velluto
Membro
Forum Posts: 2991
Member Since:
17-09-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

 

don't let it bring you down...

Attenzione: L'autore del presente messaggio non si ritiene responsabile di quanto dice, in genere nemmeno lo capisce e a volte non condivide la propria opinione

No permission to create posts
Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 303

Currently Online:
14 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Top Posters:

gioghitàr: 6990

Dario57: 5630

pacotom: 5437

wayx: 5271

rylan131: 4521

nonny guitar: 3965

futre: 3743

Giovanni: 3477

carlottah: 3322

ric velluto: 2991

Member Stats:

Guest Posters: 4

Members: 12967

Moderators: 2

Admins: 2

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 20

Topics: 9675

Posts: 126800

Newest Members:

guitarsocialweb, jensenbreck, konrad

Moderators: margio: 584, moderatore:

Administrators: brandoni: 912, admin: 159