Please consider registering
guest

sp_LogInOut Log In sp_Registration Register

Register | Lost password?
Advanced Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 3 characters - maximum search word length is 84 characters

sp_Feed Topic RSS sp_TopicIcon
Battisti
09-09-2010
1:25 pm
carlottah
Membro
Forum Posts: 3322
Member Since:
30-06-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

12 anni fa se ne andava il più grande di tutti, se fosse stato americano avrebbe avuto la considerazione che ha Dylan, ma era italiano, e ha solo la nostra.

Daniele Bazzani
http://www.danielebazzani.com

"Dio mi perdonerà, è il suo mestiere." (Woody Allen)

09-09-2010
1:43 pm
Giovanni
Membro
Forum Posts: 3477
Member Since:
21-10-2002
sp_UserOfflineSmall Offline

Più musicista di Dylan, forse Paul McCartney...comunque immenso Lucio.

"It's only my opinion, but it should be yours too" (Chet Atkins)

09-09-2010
2:17 pm
Avatar
FingerCris
Friuli
Member
Forum Posts: 159
Member Since:
07-12-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

"Gli americani ci fregano con la lingua" - F. Guccini - Guccini e i Nomadi LIVE

Battisti è il punto di partenza e riferimento continuo di tutti i chitarristi autodidatti come me, anche se riconosco che ultimamente non l'ho frequentato molto.

Grazie Lucio

... e grazie Daniele che lo hai ricordato.

Ciao, Cristiano

Life requires square shoulders, but I'd rather prefer the round ones of a J45

09-09-2010
2:23 pm
Albert
Venezia
Member
Forum Posts: 745
Member Since:
26-01-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

Battisti è la musica italiana, ed è la musica per i chitarristi, ed è la musica delle compagnie, ed è la musica dei falò in spiaggia, ed è la musica da ascoltare e... potrei continuare fino a domattina.

Questo è stato Lucio per me.

09-09-2010
5:14 pm
Avatar
Nik Ottocorde
Member
Forum Posts: 258
Member Since:
19-02-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

Battisti..un mito..

Non capirò mai le ragioni che nelll' Italia degli anni '70 hanno portato i più grossi esponenti della musica nostrana (Lucio e la grande Mina) a sparire dalle scene per vivere in esilio e lasciare arrivare solo la loro musica, ma forse un loro live ci manca, e di brutto, proprio perchè le canzoni di Battisti (almeno quelle del periodo Mogol) ormai sono cultura popolare, che io ricordi, molte prima ancora di ascoltarle in radio o su cassetta le conoscevo già a memoria!!!

RIP Lucio, sei un grande!!!

I build heaven and call it home!!!!

09-09-2010
9:50 pm
Avatar
degre
Member
Forum Posts: 657
Member Since:
02-01-2006
sp_UserOfflineSmall Offline

Un'energia ed un senso della melodia davvero difficili da trovare,uno dei più grandi in assoluto.

Guardatelo qui con una chitarrina da 2 soldi.

feature=related

09-09-2010
11:52 pm
Dario57
Membro
Forum Posts: 5630
Member Since:
22-11-2006
sp_UserOfflineSmall Offline

Grandissimo si, ed immortale. Non so se sia il caso di far paragoni con Dylan od altri. Ognuno e`grande a modo suo, e viene da storie e retroterra diversi. Ho sempre visto Battisti come un grande musicista ed un grande interprete mentre gli splendidi testi delle sue canzoni migliori non sono opera sua, a differenza di Dylan, per esempio. Ma non vuol dire niente, anche Presley fu un grandissimo artista eppure non scrisse mai niente, musica o testi che fossero. La storia che gli americani ci fregano con la lingua pero`e`un po`una battuta. Non possiamo mica lamentarci della musica che il nostro paese ha regalato al mondo, anzi, ma il blues, il jazz o il rock n roll mica potevano nascere a Voghera ...

Da un certo punto in poi non c'e`modo di tornare indietro. Quello e`il punto che deve essere raggiunto

10-09-2010
8:13 am
shazam
Roma
Member
Forum Posts: 67
Member Since:
17-08-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Un grandissimo, quanti ricordi legati sue canzoni!

Mi chiedo se le nuove generazioni ancora le cantano attorno ai falò...

10-09-2010
10:14 am
brandoni
Amministratore
Forum Posts: 912
Member Since:
06-10-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

Anche io adoro Battisti ma difendo Dylan. Paragonarli non serve, due mondi e due modi diversi. Certo, se Battisti fosse nato in America sarebbe stato sicuramente altrettanto famoso.

Reno Brandoni

10-09-2010
11:34 am
cauoncio
Member
Forum Posts: 88
Member Since:
14-06-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

Bisogna anche dire che all'epoca l'inglese non era conosciuto come adesso,quindi gli artisti d'oltreoceano o d'oltremanica venivano adorati per il ritmo,la musica,la voce senza capire cosa dicessero(almeno io e tale son rimasto)mentre Lucio era il contrario di tutto ciò.Musica semplice ma bella da cantare.Quante ragazze cuccate con la canzone del sole,con la variante "le bionde trecce...le more trecce...le rosse trecce...e i colori degl'occhi...Grazie Lucio per i bellissimi ricordi che m' ai lasciato.

non è bello ciò che è bello,ma è bello ciò che piace.

10-09-2010
9:05 pm
Avatar
degre
Member
Forum Posts: 657
Member Since:
02-01-2006
sp_UserOfflineSmall Offline

Sì,i paragoni,specie ad altezze siderali come queste,risultano difficili però,però...concordo con Giovanni,Lucio più musicista di tantissimi altri.

12-09-2010
11:11 am
Avatar
wayx
firenze
Membro
Forum Posts: 5272
Member Since:
01-02-2005
sp_UserOfflineSmall Offline

Concordo...nessun paragone...sarebbe ingiusto..è stato un genio!

Il male non è che fuori si invecchia, è che molti non rimangono giovani dentro.

http://www.youtube.com/user/hairyass1959

12-09-2010
1:26 pm
carlottah
Membro
Forum Posts: 3322
Member Since:
30-06-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

Nessun paragone, inutile farne tra grandi artisti, era solo un modo di dire.

Daniele Bazzani
http://www.danielebazzani.com

"Dio mi perdonerà, è il suo mestiere." (Woody Allen)

13-09-2010
1:08 am
pacotom
Membro
Forum Posts: 5437
Member Since:
08-11-2003
sp_UserOfflineSmall Offline

Al tempo delle biondetrecceegliocchiazzurriepoi avevo 12 anni, il primo mangianastri sempre acceso e capivo assai poco di tutto, di musica ancora meno, però mi sembrava una spanna sopra moltissimi suoi coevi. Del resto, chi c'era, in quel panorama? Morandi, Ranieri, Little Tony, Fred Bongusto??? Vecchi, vecchissimi, roba da "matusa". De Gregori, De Andrè, Venditti, Guccini ecc. erano troppo difficili, criptici, infatti non era musica leggera, ma "cantautori", gente "impegnata" sui temi sociali, tutta un'altra razza. Battisti è di destra, dicevano, forse per sminuirlo o demonizzarlo, ma a noi piaceva, eccome! Qualche anno dopo ero in spiaggia anch'io, a strimpellare lebiondetrece, ma anche lalucedell'est, lagallinacoccodè, motocicletta10HP, chenesaitudiuncampodigrano, ilcarrettopassava...

E'stato un faro, un simbolo, l'ho odiato quando negli 80 ruppe con Mogol e si mise con quell'altro, dal nome che è meglio dimenticare. Testi demenziali, musica monocorde, stava trascinando la sua stella nella mediocrità.

Quand'è morto mi ha colpito il fatto che era ancora giovane, azz, 55 anni, di cui gli ultimi in volontaria clausura, appesantito, irriconoscibile, dai servizi TV si intuiva che una malattia lo aveva tormentato negli ultimi tempi, circondata da un riserbo forse eccessivo.

Di sicuro, resta unadelle figure più autorevoli e creative della musica italiana.

P.S. Daniele con la sua solita sensibilità ce lo ha voluto ricordare, grazie.

Nessuno siamo perfetti, ognuno ci abbiamo i suoi difetti

14-09-2010
10:44 am
Avatar
Shooter
Milano
Member
Forum Posts: 160
Member Since:
12-10-2009
sp_UserOfflineSmall Offline

Battisti sta a Dylan come Dante sta a Shakespeare…si Guccini ha ragione in un certo senso….la poesia di Dante, come quella di Battisti, la si può apprezzare pienamente solo in Italiano purtroppo, prova a tradurla in un'altra lingua e fa assolutamente cagare (qualcuno ha mai provato a leggere Dante in Inglese?). Certo la musica di Lucio la si può apprezzare anche se leggi dall'elenco del telefono, ma la potenza evocativa di "Che ne sai tu di un campo di grano?"….ormai è un tutt'uno con la sua musica, inscindibile. Qualche tempo fa mi capitò di vedere un documentario sull'avventura Americana di Battisti, e devo ammettere che sentirgli storpiare in Inglese le sue canzoni cantate in un Inglese improbabile mi ha dato noia – chissà se anche lui non si sia sentito un pò avvilito dal doversi umiliare così…

La forza dell'Inglese è quella di essere portatile, pertanto se prendi un sonetto di Shakespeare, un buon traduttore (un Cesare Pavese non Zucchero di "Muio per te" Gaah) è in grado di rendere tutta la poesia dell'originale senza perdere quasi nulla…purtroppo in Italiano non sempre è possibile. Battisti è qualcosa di Italiano difficilmente trasportabile in un'altra lingua, è solo nostro, come Fantozzi, Totò, Dante, Amici miei, I soliti ignoti, Paolo Conte, Pasolini, gli spaghetti, Battisti, i cantautori etc…è quello che ci rende, nel bene e nel male, Italiani

Acqua azzurra, acqua chiara…..water blue, clear water...

Balla Linda...Dance Linda

Pensieri e Parole....Words and thoughts

Intraducibili....Italianissimi come la musica di Lucio...

Vincent

19-12-2010
4:56 pm
massi
Member
Forum Posts: 7
Member Since:
19-12-2010
sp_UserOfflineSmall Offline

Bellissimo questo tributo ed i vostri post.. vorrei.. non vorrei.. (scusate la citazione) ma in realtà si che vorrei  anche.. solo un minuto di.. quella sua musicalità meditation

Forum Timezone: Europe/Rome

Most Users Ever Online: 303

Currently Online:
45 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Top Posters:

gioghitàr: 6990

Dario57: 5630

pacotom: 5437

wayx: 5272

rylan131: 4521

nonny guitar: 3967

futre: 3743

Giovanni: 3477

carlottah: 3322

ric velluto: 2991

Member Stats:

Guest Posters: 4

Members: 12990

Moderators: 2

Admins: 2

Forum Stats:

Groups: 6

Forums: 20

Topics: 9685

Posts: 126828

Newest Members:

massimiliano74, giulio60, stephenthomson1337

Moderators: margio: 584, moderatore:

Administrators: brandoni: 912, admin: 159